INTEGRAZIONE DECRETO CITES- 5 OTTOBRE 2010 - A.Po.O. Associazione Pontina Ornicoltori Aprilia

Vai ai contenuti

Menu principale:

INTEGRAZIONE DECRETO CITES- 5 OTTOBRE 2010

LEGGI e CIRCOLARI > CITES

Roma, 01/04/2011

Prot. C.V. 0104 Cites

INTEGRATO IL DECRETO CITES- 5 OTTOBRE 2010

Riguardante l’esclusione dall’obbligo di tenuta del registro di detenzione (o allevamento) per alcune specie .Si riferisce solamente a specie in Allegato B del Reg. (CE) n. 338/1997.

Le nostre Associazioni rendono noto  che il Decreto del 5 ottobre 2010 è stato integrato con l’inserimento di ulteriori specie nell’All. 1.

La Commissione Scientifica ha approvato altre 6 specie, oltre le precedenti 11, ed il Direttore Generale del Ministero ha disposto il loro inserimento all’interno dell’All.1, che ora risulta così composto:

1-     Agapornis fischeri (Inseparabile di Fischer)
2-     Agapornis personata ( Inseparabile mascherato) (la dizione esatta comunque è personatus n.d.r.)
3-     Nandayus nenday ( Parrocchetto nanday o del Conuro)
4-     Neophema elegans (Parrocchetto elegante)
5-     Padda oryzivora ( Padda)
6-     Poephila cincta ( Diamante Bavetta)
7-     Forpus celesti (Pappagalletto di Lesson) (anche qui annotiamo l’errore infatti e coelesti l’esatto nome n.d.r.)
8-     Forpus passerinus (Pappagalletto groppone verde)
9-     Forpus conspicillatus (Pappagalletto dagli occhiali)
10-Neopsephotus bourkii (Parrocchetto di Bourke)
11-Psephotus haematonosus haematenosus (Parrocchetto groppone rosso) (il nome esatto è haematonotus haematonotus)
12-Bolborhyncus linicola linicola (Parrocchetto barrato) (il nome esatto è lineola lineola n.d.r.)
13-Polytelis swainsonii (Parrocchetto di Barraband)
14-Polytelis alexandrae (Parrocchetto Regina Alessandra)
15-Trichoglossus haematodus haematodus (Tricoglosso nuca verde)
16-Trichoglossus haematodus moluccanus ( Tricoglosso di Swaisson)
17-Leiotrix lutea (Usignolo del Giappone)
18-Neophema pulchella (Parrocchetto turchese)
19-Neophema splendida (Parrocchetto splendido)
20-Platycercus elegans elegans (Rosella di Pennant)
21-Platycercus eximius (Rosella comune)
22-Platycercus eximius caeciliae (Rosella mantello d’oro)
23-Platicercus icterotis icterotis (Rosella di Stanley) (Platycercusè quello esatto n.d.r.)


Ricordiamo che il sistema normativo vigente (europeo e nazionale) prevede per l’All. B tre strumenti:

-Marcaggio individuale, norma base: Reg (CE) n. 865/2006, art 66;
-Denuncia di nascita, norma base: L. 7 febbraio 1992, n. 150 e successive attuazioni e modificazioni;
-Registro di detenzione ( o d’allevamento), istituito con Decreto 8 gennaio 2002 (G.U n. 15 del 18 gennaio 2002).

Nel caso di trasferimento del possesso dei soggetti è molto consigliabile/necessaria la Dichiarazione di cessione/acquisto, con i dati essenziali

Obiettivo del decreto 5 ottobre 2010, come ricordato, è escludere dall’obbligo del Registro di detenzione alcune specie, che si trovano in particolari condizioni

(“facilmente e comunemente allevate in cattività, il cui prelievo in natura risulta, in base ai dati disponibili, non significativo”)  e con 2 vincoli: siano “denunciati”, cioè ne sia stata denunciata la nascita, e “marcati”, cioè anellati secondo norma.

Dunque, la semplificazione introdotta dal Decreto 5 ottobre 2010 riguarda l’esenzione di specie in All. B dal solo Registro d’allevamento.Le specie esentate sono le 23 (per ora) contenute nell’All.1 precedentemente riportate.

Come si può vedere è stata introdotta la correzione relativa al Roseicollis, che non è più da tempo specie in CITES.

Ribadiamo il valore assoluto del marcaggio: il paragrafo “c” dell’art. 3 lo mostra in modo inequivocabile. Marcato ? sì, allora hai ulteriori semplificazioni.

Su questa linea le 3 Associazioni si sono mosse e si muoveranno nel dialogo col Ministero, per definire procedure più snelle seppur efficaci nella difesa delle specie a rischio.

Denuncia nascita, marcaggio, dati su allevamento in cattività sono gli strumenti con cui semplificare la gestione della detenzione e commercio delle specie in All. B, dopo le aperture di questo decreto.

Ci sono ora le condizioni per fare un balzo nella chiarezza sulla detenzione di un certo numero di specie di All. B.

FASCIA “A”:

- Riferimento: All. VIII del Reg. (CE) n. 1808/2001
- Unico obbligo: marcaggio a norma (no denuncia nascite, no registro detenzione/allevamento)
- Specie:

1- Carduelis cucullata (Cardinalino del Venezuela);
2- Columba Livia (Piccione Selvatico);
3- Cyanoramphus novaezelandiae (Kakariki Fronte Rossa);
4- Psephotus dissimilis (Parrocchetto del Cappuccio)



FASCIA “B”:

- Riferimento: “specie di All. B comunemente e facilmente allevate in cattività”
- Obbligo: Denuncia nascita e marcaggio a norma
- Specie:

1- Agapornis fischeri (Inseparabile di Fischer)
2-Agapornis personata ( Inseparabile mascherato)
3-Nandayus nenday ( Parrocchetto nanday o del Conuro)
4-Neophema elegans (Parrocchetto elegante)
5-Padda oryzivora ( Padda)
6-Poephila cincta ( Diamante Bavetta)
7-Forpus celesti (Pappagalletto di Lesson)
8-Forpus passerinus (Pappagalletto groppone verde)
9-Forpus conspicillatus (Pappagalletto dagli occhiali)
10-Neopsephotus bourkii (Parrocchetto di Bourke)
11-Psephotus haematonosus haematenosus (Parrocchetto groppone rosso)
12-Bolborhyncus linicola linicola (Parrocchetto barrato)
13-Polytelis swainsonii (Parrocchetto di Barraband)
14-Polytelis alexandrae (Parrocchetto Regina Alessandra)
15-Trichoglossus haematodus haematodus (Tricoglosso nuca verde)
16-Trichoglossus haematodus moluccanus ( Tricoglosso di Swaissn)
17-Leiotrix lutea (Usignolo del Giappone)
18-Neophema pulchella (Parrocchetto turchese)
19-Neophema splendida (Parrocchetto splendido)
20-Platycercus elegans elegans (Rosella di Pennant)
21-Platycercus eximius (Rosella comune)
22-Platycercus eximius caeciliae (Rosella mantello d’oro)
23-Platicercus icterotis icterotis (Rosella di Stanley)

Questi cambiamenti producono importanti risultati positivi per allevatori, commercianti, organi di indirizzo, organi di controllo. In particolare, la semplificazione degli obblighi burocratici si rifletterà rapidamente in una efficace salvaguardia delle 23 specie a rischio contenute nell’allegato 1: meno burocrazia significa più entusiasmo nell’allevamento sportivo, maggior numero di nascite di soggetti domestici, maggiore offerta sul mercato, riduzione del costo agli appassionati. Sul piano della lotta al bracconaggio, ciò significa che i lestofanti avranno scarso o nullo interesse a prelevare in natura soggetti facilmente reperibili sul mercato “onesto” a prezzi molto bassi e dunque non remunerativi.

Queste due azioni in successione, decreto quadro del 5 ottobre 2010 e integrazione del relativo allegato 1, sono anche nei fatti un primo colpo alla malavita ambientale, nel settore degli uccelli.

La fiducia delle nostre associazioni in questi concetti consequenziali: - burocrazia, +allevamento e nascite,- prelievi in natura e bracconaggio malavitoso ci rende sempre più determinati nel ricercare con le istituzioni preposte soluzioni coerenti, dopo questi primi importanti risultati, conseguenti ad analisi congiunte, realizzate in un clima di proficua collaborazione fra le organizzazioni AIPA, AISAD e FOI-Onlus con il Ministero dell’ Ambiente del Corpo Forestale dello Stato, e con il Servizio CITES Centrale.







Il presidente AIPA                          Il presidente AISAD                                  Il presidente FOI

Valeria Gibert                                  Virgilio Camillini                                       Salvatore Cirmi

 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu